Itinerario

Questa zona della Lucchesia, facilmente raggiungibile, ma non da tutti conosciuta, gode del clima mite tipico delle terre ricche di acqua. Seguendo gli itinerari cari agli appassionati di trekking, e scendendo dall'altopiano delle Pizzorne che domina la vallata, si attraversano folti boschi di castagni, di abeti e di acace che si esauriscono dolcemente dove iniziano le intensive coltivazioni di viti e ulivi. Le Alpi Apuane e i contrafforti pi meridionali dell'Appennino Toscano fanno da sfondo ai piccoli paesi, che sanno integrarsi perfettamente con il paesaggio circostante.  

Durante l'inverno possibile praticare, nei profondi silenzi carichi di suggestione, lo sci di fondo, lungo i sentieri che si inoltrano nella vegetazione sempreverde. I boschi sono ricchissimi di funghi, un vero paradiso per gli appassionati che, durante la stagione, fanno di queste colline un punto di ritrovo. In questo verde, i Borboni allevavano i loro cavalli purosangue. La bellezza dei boschi della zona tutelata addirittura da un editto della Repubblica di Lucca, "Offizio sopra le selve", che gi nel 1400 stabiliva i limiti di disboscamento. Anche la cucina ricca di antiche tradizioni: farro, zuppe, i necci, la polenta dolce, le verdure coltivate rigorosamente negli orti che circondano i paesi, sono le componenti rustiche di un modo assolutamente particolare di intendere l'alimentazione.  

..Arrivati a Collodi (PT), si segue la strada  verso Nord, costeggiando il fiume alla nostra sinistra si arriva a Ponte a Villa e proseguendo si arriva a Botticino.

Da qui un bivio, prendendo a sinistra si arriva a Villa, prendendo a destra si raggiungono le varie frazioni del comune.

Villa Basilica 

 

 

Le Mura

Pieve Romanica XII sec.